Ormai

write or not write

«La rinunzia: l’eroismo della mediocrità» – Natalie Clifford Barney

Fa caldo anche stanotte con i pensieri che sbadigliano addosso alla mia insonnia, indosso abiti leggeri, quasi invisibili, ma la pelle fa male, con tutti quei ‘se’, quei ‘ma’, attorno cui faccio girotondo da troppo tempo ormai. Ormai è una parola definitiva, e le parole definitive mi ero ripromessa di non usarle più. Ormai, però, ma, quindi, insomma, comunque, semmai, mai più... potrei averle dette, o bisbigliate anche, in questi giorni ferma ad aspettare una risposta e il suo affrancato sulle labbra. Ma io sentivo già quel no, come un fastidioso prurito sui polpastrelli. Mi dicevo smettila di pensare in negativo, smettila... Ormai, però, quella sensazione l’avevo dentro. Mi sono distratta, presa in giro e rimandata. Poi la risposta è arrivata, il prurito è sparito quando si è accorto di avere ragione: un no. Ne prendo atto. Ne sto prendendo atto. Mi hanno detto: devi cambiare il tiro delle tue parole, stringerle, accorciarle, renderle sorridenti, togliergli un po’ di epidermide… Insomma, hanno passato il loro bisturi sulle mie parole, infilato le loro ‘sapienti’ mani sino al ventre che le ha partorite e poi le hanno strizzate fino a farle abortire. Mi hanno detto scrivi come se non fossi tu a scrivere, senti come se non fossi tu a sentire. Ho ingoiato parole mute, le ho scritte sulla mano assente e poi ho detto ormai… Non posso smettere di scrivere. E’ un male che mi scorre nelle vene a posto del sangue, è la mia voce instabile, le mie branchie, il mio modo di arrabbiarmi, piangere, sbadigliare, assentarmi, vivere, ed essere. Ormai…
(Chiedo un passaggio al silenzio e mi metto sul ciglio della strada ad aspettare)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...